TUSCIA FLY CLUB ON TOUR: Tail Water Alto Tevere – 04/10/2018

“Luca, ma domani che famo?” “Vai!”.

E così, dopo tanto parlarne, finalmente si torna in TW in una stagione buona per la pesca, e quindi con qualche probabilità di prendere il mitico temolo.

Arriviamo in zona, facciamo il permesso, chiamiamo il referente locale (gentilissimo e disponibilissimo Giuliano del MCAT) che ci dà qualche dritta, silenziamo i cellulari, e alle 10,00 siamo in pesca in zona Inaugurazione, con l’idea di risalire. Peccato che la stessa idea l’abbiano avuta in parecchi (4/5 pam), e quindi abbiamo cambiato strategia. Luca parte a piedi verso monte, io verso valle per una chilometrata, e ci rivedremo a sera.

Pesca solo a secca, e per un po’ non si vede molto, solo qualche bollatina sparsa. Poi però, verso le 11.00 cambia qualcosa e cominciano a bollare le trote, che si dispongono in corrente a mangiare a galla qualcosadi invisibile, che alla fine abbiamo capito essere emergenti sommerse di qualche micro effimera o chironomo.

Non si vedono molte olive, come speravo succedesse e motivo per cui mi ero preparato da tempo una moltitudine di emergenti in cdc su ami del 18 e 20.

Comunque, utilizzandone in particolare una su amo grub del 20 (vedi foto), le abboccate non sono mancate: trote, trote e ancora trote, la maggior parte di 22/25 cm, un paio sui 35/40, una pure più grossa presa dal socio (vedi foto), puccini rossissime, fario colorate e alcune più sbiadite a seconda dell’habitat in cui sono cresciute, ma niente temoli!

Poi arrivo in prossimità di un gradino promettente, e infatti pizzico tre trote di seguito. Altro lancio in correntina e… finalmente! Sale un temolo, si mette in verticale e segue la mosca da sotto per un metro e oltre, vedo distintamente il bianco del ventre e la bocca aprirsi…. E ferro. A vuoto ovviamente, non aveva mangiato! 

Parlo brevemente con un paio di Santi amici miei, respiro a fondo, asciugo la mosca, bevo, rilancio nello stesso posto 1, 2, 10 volte, nisba. Vabbè, andiamo! E invece, ultimo lancio prima di cambiare posto e abbocca!

In tutta la giornata solo quello, oltre alle tante trote. Ma è valsa la pena alzarsi all’alba e fare tutti quei chilometri: è il secondo temolo che prendo a mosca, il precedente sempre in TW 10 anni fa. Ahhh, goduria!

Dopo il doveroso coup de soir a base di trote, mi riavvio alla macchina e scopro che siamo rimasti solo io e Luca, anzi quasi solo io perché lo sciarrano è stato in acqua fino a quasi buio, e poi non trovava più la strada per tornare alla macchina!

Ciao temoli! Stavolta è andata così, ma tanto torno…

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*