Coch-y-Bondhu

Categorie: ,

Phyllopertha horticola – The Natural Beetle

Pochissimi pescatori a mosca hanno idea di cosa possa rappresentare questo artificiale.

Alfred Ronalds, che la chiamava Marlow Buzz, la identificava come l’imitazione di Chrysomela populi ma Francis Francis ci informa che è chiamata anche Shorn Fly, Hazel Fly, Fernwebb, Brackenclock… Stando però ad un famoso entomologo, si tratterebbe di Telephorus lividus, il comune “soldier bee”.

E’ un nome tipicamente gallese, che sta a significare “ventre rosso e nero”, descrizione che ben calza quella dell’insetto in questione.

Non è ben chiaro quale sia il suo nome corretto, poiché molti la chiamano Coch-y-Bonddhu (con due “D”).

Amo

12/14

Corpo

Due o tre fibre di piuma di pavone color ramato avvolte su sé stesse e poi sul gambo dell'amo

Hackle

Gallo Coch-y-bondhu

Tag_

Pochi giri di tinsel dorato piatto alla fine del corpo, verso la curva dell'amo

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Coch-y-Bondhu”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *